Un’immagine coordinata serve a farti riconoscere

Ostentare e farsi vedere… Ciò che non si vede non esiste… (Baltasar Graciàn)

Una “regola” fondamentale da tenere sempre a mente nel mondo della comunicazione e del marketing… oggi non è sufficiente trasmettere un messaggio valido nei suoi contenuti perché questo venga recepito dal pubblico, ma è assolutamente necessario costruirci attorno una serie di elementi, visivi e non, in grado di renderlo convincente e  appetibile a chi lo riceve.

Qualsiasi azienda commerciale e non ha come primo compito / obiettivo quello di essere riconoscibile e di distinguersi dai competitor, diventa così fondamentale avere uno stile chiaro capace di farla identificare subito. Lo stile aziendale è definito da uno studio ben preciso del logo dell’impresa, dei colori utilizzati, della grafica e del font, è necessario che tutti gli strumenti comunicativi che danno vita all’immagine siano legati l’un l’altro da un rapporto di coerenza reciproca, nulla può essere lasciato al caso.

Questa coerenza trasmessa dall’immagine coordinata, si riferisce principalmente agli elementi grafici che definiscono l’estetica, il “vestito” attraverso il quale l’azienda si presenta, pensati e progettati con un principio di uniformità, partendo dal logo (vero e proprio simbolo dell’impresa) si sceglieranno le impostazioni della presentazione grafica e dell’impaginazione di documenti come brochure, volantini, ebook, carte intestate, buste da lettere, biglietti da visita, per arrivare ad altri strumenti identificativi del gruppo come uniformi, auto aziendali, ecc. rispettando sempre le sue caratteristiche (colori, forme, caratteri tipografici) e la mission aziendale.

Il mondo è governato più dall’apparenza che dalla realtà ed è meglio far mostra di sapere qualcosa che saperlo. (Daniel Webster)

Il concetto di immagine coordinata più comunemente noto con il termine inglese brand/corporate identity, non si riduce a una mera questione estetica, non bisogna mai dimenticarsi di tenere ben unito il vestito all’identità, senza mai perdere di vista i valori aziendali, le radici, la mission, la filosofia, la politica aziendale… tutto ciò che identifica e rende unica l’azienda sia dall’esterno che dall’interno.

La costruzione di un’immagine coordinata, o brand identity, significa essere in grado di comunicare la propria value proposition, diffondere la voce del marchio tramite l’interazione sociale, migliorare l’esperienza del consumatore e, soprattutto, aumentare la brand awareness (la notorietà o conoscenza del marchio, un parametro che indica quanto il brand e i suoi prodotti o servizi sono conosciuti e riconosciuti nella mente dei consumatori) tra i clienti già fidelizzati e quelli futuri.

Riuscire a dare a un marchio un’identità definita, chiara e forte è uno tra i passi fondamentali per assicurarsi un ruolo attivo in un mercato sempre più variegato e dinamico.

La gente ti giudica dalle apparenze, dai vestiti che indossi, dalla musica che ascolti… solo le zanzare ti amano così come sei! (Anonimo)